riduci

info
ph. Marcello Chiocchetti

Soraga

Il paradiso del relax

Altitudine
1210m s.l.m.
Abitanti
685

Soraga vista dalla frazione Palua (ph. Marcello Chiocchetti)

Risalendo la Val di Fassa ed il torrente Avisio che la percorre in tutta la sua lunghezza, subito dopo Moena s'incontra Soraga, piccolo paesino con 685 abitanti che si sviluppo a 1.210 metri slm.
Ciò che spicca di più appena si arriva a Soraga è il piccolo lago che, pur essendo di origine artificiale, oramai fa parte del territorio di questo comune tanto che parte dell'abitato si è sviluppato attorno ad esso e che è in fase di realizzazione una piccola zona verde lacustre per un'integrazione uomo – natura nel rispetto di entrambi. Il nome di Soraga deriva dal latino “supra aquam”, sopra l'acqua, in quanto le prime abitazioni sorgevano nella parte alta di soraga (ancor oggi Soraga Alta) al di là del torrente.
La sua caratteristica essenziale, caratteristica sempre più premiata da chi ama la vacanza estiva o invernale in montagna, è l'essere in grado di coniugare la tranquillità, il relax e la pace con le comodità, il divertimento e anche con quel pizzico di mondanità che serve per apprezzare ancora di più la tranquillità . Soraga, infatti, oltre ad essere un paradiso del relax, è dotata di tutte le comodità quali edicola, tabacchino, cassa rurale, negozi di sport, negozi di alimentari vari, e altro ancora ed inoltre gode di una posizione strategica: la sua vicinanza con Moena, infatti, permette in pochi minuti di essere nella centralissima e qualche volta anche caotica (ma ognitanto un po' di caos ci vuole anche in vacanza!!) passeggiata del centro di Moena.

Il lago di Soraga (ph. Marcello Chiocchetti)

Questo paesino è particolarmente indicato per le famiglie e per i bambini che possono passare interi pomeriggi a giocare nel bellissimo parco giochi, parco che a detta di molti è il più bello della valle, o a passeggiare lungo la pista ciclabile che congiunge tutti i paesi della valle. Intorno a Soraga poi vi sono un'infinità di passeggiate e di percorsi attraverso cui è possibile conoscere anche la storia di questo abitato: si possono, infatti, visitare i 7 antichi masi ora diventati veri e pripri rioni di Gargherle, Rois e Sala, da cui sorge l'intero paese, Barbide, dove è visitabile la piccola chiesetta dedicata alla Madonna Immacolata, Zester, immerso nei prati e dai cui partono alcuni escursioni più o meno impegnative, Palua, dove ha inizio la strada sterrata che porta a Moena in un quarto d'ora di camminata tranquilla e da dove è possibile godere di un panorama sull'intero abitato, e Molin che ospita la zona industriale del paese. L'origine storica di Soraga emerge anche dalla chiesa principale, costruita intorno al 1400 nella piana del paese e dedicata ai Santi Apostoli Pietro e Paolo e dall'antica “Ciasa de le Onge” che un tempo fungeva da dogana con la vicina val di Fiemme (di cui faceva parte anche Moena) che ancora oggi presenta lo stemma vescovile.

L'antico sfalcio del fieno a Fuchiade (ph. Marcello Chiocchetti)

Bisogna poi ricordare che Soraga non è solamente un luogo di “relax da bassa quota” ma che è adatto anche agli amanti dell'alta quota e ai giovani in quanto da qui partono escursioni di ogni livello lungo i sentieri delle montagne che la circondano, montagne che sono un'altra fetta di quel paradiso terrestre che dona la vera pace dei sensi. Da ricordare tra queste sono sicuramente il Gruppo del Catinaccio con la Roda di Vael e il Piz Meda.
Un pezzo di cuore degli abitanti di Soraga è occupato da Fuchiade, una stupenda località di confine con il Veneto e con San Pellegrino ai piedi del Costabella e che è costituita da un'estensione di boschi, prati, fiori che sprigionano profumi, colori e sensazioni a cui è davvero difficile o probabilmente addirittura impossibile rimanere insensibili: ognuno dei cinque sensi è appagato da questo posto incantato in cui si fondono tradizioni come quella del pascolo, dell'alpeggio e delle molte baite che lì sorgono e anche un po' di innovazione come ad esempio il ristorante tipico che lì sorge dovuta ai molti turisti che passano da lì e che tornano anno dopo anno perchè non riescono più a farne a meno.

Nevicata a Soraga alta (ph. Marcello Chiocchetti)

Quindi se vi capiterà di parlare con qualcuno del posto di Fuchiade o Ta Mont come qui viene chiamato, non meravigliatevi se gli brilleranno un po' gli occhi ma al contrario andateci a passeggiarci affinchè possano brillare anche a voi.
Moltissime sono poi le manifestazioni che vengono organizzate per valorizzare tutti questi aspetti di Soraga e molti altri che lascio a voi il piacere di scoprire....

Informazioni utili su Soraga
Hotel Soraga
Appartamenti Soraga
Garnì e Bed & Breakfast Soraga
Rifugi e Agritur Soraga
Foto di Soraga
Eventi e manifestazioni a Soraga

Aziende

Hotel la Molinella
Niko Sport
Appartamenti Degiampietro
Sport Planet

Newsletter

E-mail:

Password:


Iscrizione
Cancellazione


Iscrivendoti alla newsletter di Fassaturismo.com potrai pubblicare le foto delle tue vacanze in Val di Fassa direttamente sulla nostra Galleria fotografica.

pannello di controllo
adesioni e pubblicità
note di copyright
e-mail
mappa del sito
Fassaturismo.com
è una realizzazione MRCdesign.NET
Troi de Pala, 3 - 38030 Soraga (TN)
P.IVA: 01995330220
Privacy & Cookie policy
Seguici:

 

Questo sito utilizza cookie tecnici per il suo funzionamento e di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all'uso dei cookies.
Chiudi questo banner
Questo sito utilizza cookie tecnici per il suo funzionamento e di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all'uso dei cookies.
Chiudi questo banner